L’Argentina è parte dei principali trattati e convenzioni internazionali sulla proprietà intellettuale, è membro della WIPO e, sin dal 1995, ha ratificato gli accordi dell’Uruguay Round, comprese le disposizioni  sulla proprietà intellettuale, con la legge 24.425 del 5 gennaio 1995.

 

Nonostante questi impegni, l’Argentina continua a presentare gravi carenze nella protezione della proprietà intellettuale, in termini di sanzioni nei confronti dei tragressori, che risultano assai poche e blande. La Salada, situato nel sobborgo impoverito di Ingeniero Budge di Lomas de Zamora, nella provincia di Buenos Aires, è il mercato di prodotti contraffatti più grande dell’America Latina, dove si possono trovare CD e DVD, abbigliamento e accessori di ogni tipo. Se la pirateria di CD e DVD è generalizzata, quella su internet non è da meno. L’uso di prodotti informatici illegali non è solo estremamente comune tra le persone fisiche, ma anche nelle aziende e  addirittura negli enti pubblici.