Rischio espropri e protezione degli investimenti

Le leggi sugli investimenti del Botswana, così come il suo apparato giudiziario, non risultano discriminatori nei confronti degli investimenti esteri. Storicamente, il paese non ha mai effettuato espropriazioni di patrimoni produttivi o attuato misure equivalenti ai danni di proprietà di cittadini stranieri o multinazionali estere e neppure risulta che il governo abbia attualmente in atto programmi che prevedano l'esproprio di patrimoni produttivi stranieri. Il sistema giudiziario del Botswana è considerato indipendente e corretto.

 

Il paese è membro dell’International Center for the Settlement of Investment Disputes (ICSID) e ha ratificato la Convention on the Recognition and Enforcement of Foreign Arbitral Awards (CREFAA). Tuttavia, a volte, i processi possano risultare irragionevolmente lunghi, anche se il governo ha intrapreso sforzi negli ultimi anni per potenziare e rendere più veloce il sistema giudiziario. Il Botswana è anche membro del Multilateral Investment Guarantee Agency (MIGA).  Nel paese non si registra alcuna presenza di vincoli o limiti al rimpatrio di utili d'impresa o capitali. La valuta del Botswana, il Pula, è una valuta pienamente convertibile e liberamente quotata sui mercati internazionali.