Rispetto dei diritti umani

LIBERTA’ POLITICHE E ASSOCIATIVE


I)          Libertà di scegliere il proprio governo


Da un punto di vista politico, il paese è guidato dal  Botswana Democratic Party (BDP) sin dal 1966, anno dell’ indipendenza. Il partito si è riconfermato al potere vincendo anche le ultime elezioni, del 2009, giudicate libere e corrette da osservatori internazionali. 


II)         Libertà di riunione e di associazione


Il governo del paese ha continuato a rispettare il diritto di riunione e associazione.


GIUSTIZIA E OPERATO DEGLI APPARATI DI SICUREZZA

 

I)            Uccisioni arbitrarie / arresti, detenzioni sequestri e sparizioni politicamente motivati / torture e altri trattamenti degradanti perpetrati da parte degli apparati di sicurezza

 

Non risultano gravi violazioni dei diritti umani quali: uccisioni arbitrarie;  arresti, detenzioni o sparizioni con motivazioni politiche; torture o altri trattamenti degradanti ai danni di persone detenute da parte delle forze di sicurezza. Le autorità civili mantengono un efficace controllo sulle forze di polizia, l'esercito e i servizi di intelligence.


II)            Arresti e detenzioni arbitrarie, funzionamento dell’apparato giudiziario

 

Gli arresti devono avere luogo solo in presenza di mandato emesso dalla magistratura, fatti salvi I casi di arresto in flagranza di reato. Il personale dei servizi segreti (DIS) ha il potere di entrare nelle proprietà e operare arresti senza mandato, qualora l’agenzia abbia sospetti che sia stato commesso un reato o lo si stia per commettere. La legge obbliga le forze di polizia di informare le persone arrestate dei loro diritti, compresi quello a rimanere in silenzio, a essere assistito da un avvocato e a essere presentato davanti a un magistrato entro quarantotto ore dall’arresto. Le autorità rispettano questi diritti. Nel paese esiste un sistema di rilascio su cauzione, non applicabile solo nei casi di omicidio, reato per il quale la custodia cautelare in carcere è obbligatoria. AI detenuti in stato d’indigenza viene fornita assistenza legale a spese dello stato, solo per i reati più gravi, che comportano la pena di morte. Non risulta la presenza di detenuti tenuti in isolamento o agli arresti domiciliari.


Sebbene la legge stabilisca il diritto del detenuto ad avere un giudizio rapido, alcuni detenuti attendono da diverse settimane a molti mesi prima dell’inizio del loro processo. Le detenzioni in attesa di processo nei casi di omicidio, stupro, furto di bestiame e rapina a volte durano più di un anno, ma non risulta che la lunghezza del periodo di custodia cautelare abbia superato quello della pena. I ritardi nei processi sono di solito dovuti alla carenza di organico.

Come sancito dalla carta costituzionale, il governo rispetta l’indipendenza del potere giudiziario. La lunghezza dei processi civili ha continuato a rimanere un problema irrisolto nel paese, a causa di una carenza cronica di personale. I processi sono aperti al pubblico.


III)           Condizioni di vita della popolazione carceraria


I centri di detenzione del paese hanno in generale soddisfatto gli standard internazionali e il governo ha permesso visite/ispezioni da parte di associazioni per i diritti umani. 


IV)           Lotta alla corruzione nel settore pubblico


Il governo ha continuato a porre in atto efficaci meccanismi per investigare e punire abusi e corruzione. Non ci sono state denunce sul fatto che le forze di sicurezza godano di impunità.

 

LIBERTA’ DI ESPRESSIONE


La costituzione del Botswana garantisce la libertà di stampa. Tuttavia, nel 2008 il parlamento ha approvato una legge (il Media Practitioners Act), che stabilisce la creazione di un consiglio dei mezzi d’informazione indipendente, con il compito di registrare e accreditare i giornalisti, e li obbliga ad aderire a un codice etico. La legge, non ancora applicata, che a detta del governo servirebbe a diffondere l'etica nel settore, è duramente criticata dalla società civile, per i timori che possa restringere le libertà di stampa nel paese. 


Il governo controlla la Botswana Press Agency, la quale domina la stampa nazionale tramite il Daily News, un quotidiano distribuito dal governo in tutto il paese, e due stazioni radio. I mezzi d’informazione controllati dal governo veicolano in genere notizie favorevoli sull'operato del governo e sono suscettibili di interferenza politica. I partiti di opposizione criticano i mezzi d’informazione governativi, in quanto favorirebbero il partito di governo, dandogli uno spazio eccessivo.