Conflitti e rischio terroristico

L’Ecuador non ha una tradizione interna di guerriglia violenta. All’interno del paese non risulta alcuna presenza di gruppi armarti eversivi endogeni di qualsiasi natura, etnica, politica o religiosa. Negli ultimi anni non si sono registrati attentati all’interno del paese.

 

Le aree di confine settentrionali, tra Ecuador e Colombia, specialmente quelle andine all’interno della foresta amazzonica, sono particolarmente difficili da controllare e continuano a essere utilizzate come retrovia da gruppi armati colombiani, in particolare le FARC. Le province particolarmente interessate sono quelle di Sucumbios, Esmeraldas, Carchi e Putumayo. In queste aree si registrano occasionali scontri tra l’esercito ecuadoriano e gruppi armati colombiani.

 

L’Ecuador rappresenta un’area strategica di raccolta e invio di stupefacenti verso i mercati internazionali, ma anche un sicuro canale di rifornimento e smistamento verso la Colombia di precursori e sostanze chimiche, utilizzate nei processi di produzione e raffinazione degli stupefacenti. Il traffico di stupefacenti è stato legato sia al crimine organizzato sia ai gruppi armati colombiani.

 

Dispute di confine hanno avuto luogo tra Perù ed Ecuador intorno alle pendici orientali della Cordillera del Cóndor. Nel 1981 le tensioni tra i due paesi sono sfociate in un breve conflitto armato in cui l’esercito peruviano ha preso il controllo di tre avamposti militari dell’Ecuador. Nel 1994, l’esercito dell’Ecuador si è mobilitato intorno alla Cordillera del Cóndor e da questa azione nel gennaio 1995 è scaturito uno scontro armato per il controllo di numerosi avamposti ubicati tra le sorgenti del fiume Cenepa, all’interno di una striscia di territorio lungo 78 chilometri rivendicata da entrambi i paesi. Durante lo scontro, durato per circa un mese, le forze peruviane sono riuscite a conquistare tutti gli avamposti ecuadoriani nel proprio territorio, sebbene l’Ecuador abbia causato all’esercito peruviano alcune perdite. Una dichiarazione di pace tra i due paesi è stata alla fine firmata a Montevideo il 28 febbraio 1995. Nel 1998 i due paesi hanno concluso un accordo di pace completo e nel 1999 sono stati demarcati i confini, mettendo così fine alle dispute tra i due paesi.