Lesotho

Scheda rischio investimenti

Download
LESOTHO.pdf
Documento Adobe Acrobat 348.7 KB

Indice di rischio paese: BB+ (10,25)



Dati principali

  • Popolazione totale (stima, luglio 2014): 1.942.008
  • PNL pro-capite PPP in dollari USA (stima, 2013): 2.798
  • Indice di Sviluppo Umano (stima, 2013): 0,486
  • Rapporto debito PIL % (stima, 2013): 37,7
  • Principali trattati e convenzioni internazionali multilaterali in materia di riconoscimento di sentenze arbitrali o giudiziali internazionali: WB-ICSID; MIGA; CREFAA
  • Principali gruppi armati nel paese: Nessuno

 

Il Lesotho è un paese privo di sbocchi al mare, interamente confinate con il Sudafrica. Formalmente, è  una monarchia costituzionale, sebbene il re svolga solo funzioni cerimoniali e non abbia più alcun potere politico. Dalle elezioni  legislative del maggio 2012, giudicate credibili, trasparenti e professionali  dagli osservatori internazionali, non è uscita nessuna maggioranza assoluta.  Fino al giugno 2014, il paese è stato guidato da una coalizione partitica formata da tre partiti di minoranza, l’All Basotho Convention (ABC), il Lesotho Congress for Democracy (LCD) e il Basotho National Party (BNP) che insieme controllavano sessantuno dei 120 seggi del parlamento nazionale. Il Democratic Congress (DC), il partito di maggioranza relativa, uscito vincitore alle elezioni, è rimasto all’opposizione. Dal giugno 2014, si è aperta una grave crisi istituzionale, dopo la sospensione del parlamento per alcuni mesi da parte del primo ministro Tom Thabane. Il 30 agosto 2014, a seguito di un tentativo di colpo di stato, Thabane è stato obbligato a fuggire, ma è stato reinsediato il 3 settembre grazie all’intervento del Sudafrica, che  ha ristabilito l’ordine nel paese. Il parlamento è stato riaperto in ottobre e sono state indette nuove elezioni per il febbraio 2015. Nel paese non si riscontrano gravi violazioni dei diritti umani.

 

 

Composizione dell'indice di rischio paese

 

1. Divario tra sviluppo sociale e sviluppo economico: punti  1/4

 

2. Violazioni dei diritti umani: punti 1/4

 

3. Conflitti armati, presenza o attività di gruppi armati e rischio terroristico: punti 0/5

 

4. Sfiducia nelle istituzioni e percezione della corruzione: punti 1,25/4

 

5. Rischio finanziario paese: punti 0/5

 

6. Difficoltà di fare business nel paese: punti 3/3,25

 

7. Rischio di esproprio ed efficacia degli strumenti di protezione degli investimenti: punti 0,50/8