Madagascar

Scheda rischio investimenti

Download
MADAGASCAR.pdf
Documento Adobe Acrobat 330.2 KB

Indice di rischio paese: B+ (17,25)

 

 

Dati principali

 

  • Popolazione totale (stima, luglio 2014): 23.201.926
  • PNL pro-capite PPP in dollari USA (stima, 2013): 1.333
  • Indice di Sviluppo Umano (stima, 2013): 0,498
  • Rapporto debito PIL % (stima, 2013): 27,48
  • Principali trattati e convenzioni internazionali multilaterali in materia di riconoscimento di sentenze arbitrali o giudiziali internazionali: WB-ICSID; MIGA; CREFAA
  • Principali gruppi armati nel paese: Nessuno

 

Il Madagascar ha subito numerosi tentativi di colpo di stato negli ultimi anni, l’ultimo dei quali, nel marzo 2009, ha causato la caduta del governo in carica e la costituzione di un governo civile di transizione non eletto, sostenuto dai militari e guidato da un presidente de facto, Andry Rajoelina.  In coerenza con un percorso di transizione per il ritorno alla democrazia, alla fine del 2013 si sono finalmente tenute nuove elezioni, vinte dal candidato sostenuto dalle forze del governo uscente, Hery Rajaonarimampianina. Le elezioni sono state giudicate libere e corrette dagli osservatori internazionali, ma sono state caratterizzate da sostanziali limitazioni della libertà di riunione, di parola e di stampa, imposte dal governo contro i partiti dell’opposizione. Malgrado i progressi fatti verso il ripristino della democrazia, l’esercito e le forze di sicurezza continuano a rimanere fuori dal controllo delle autorità civili.  La corruzione diffusa a ogni livello, è un grave problema irrisolto.

 

 

Composizione dell'indice di rischio paese

 

1. Divario tra sviluppo sociale e sviluppo economico: punti  0/4

 

2. Violazioni dei diritti umani: punti 3/4

 

3. Conflitti armati, presenza o attività di gruppi armati e rischio terroristico: punti 0,50/5

 

4. Sfiducia nelle istituzioni e percezione della corruzione: punti 1,75/4

 

5. Rischio finanziario paese: punti 5/5

 

6. Difficoltà di fare business nel paese: punti 3/3,25

 

7. Rischio di esproprio ed efficacia degli strumenti di protezione degli investimenti: punti 4/8