Rischio espropri e protezione degli investimenti

Il governo del Mozambico sostiene una politica favorevole agli investimenti esteri, come strumento di promozione dello sviluppo economico e di creazione di posti di lavoro, e  supervisiona e approva ogni investimento (interno o estero)nel paese. In generale le leggi del paese non risultano  discriminatorie nei confronti degli investimenti esteri.

 

Gli investimenti esteri sono possibili in tutti i settori, salvo alcune restrizioni riguardanti le imprese di sicurezza private, le imprese operanti nel settore dell’informazione e certe concessioni di caccia a scopo ludico. La legge n° 15/2011, che regola le joint venture, le partnership pubblico-private e le imprese beneficiarie di concessioni governative, stabilisce che i cittadini mozambicani devono partecipare al capitale azionario di tali imprese per una quota variabile tra il cinque e il dieci percento.

 

Nel paese non si registrano casi di nazionalizzazione di rilievo sin dall’adozione della costituzione del 1990. Le leggi mozambicane stabiliscono che “quando assolutamente necessario per importanti ragioni d’interesse nazionale o salute o ordine pubblico, la nazionalizzazione di beni e diritti deve garantire il diritto a un equo risarcimento del soggetto espropriato”. Nel 1999, il parlamento ha approvato una legge sull’arbitrato (n° 11/99) la quale riconosce agli investitori stranieri il diritto ad accedere a un moderno arbitrato commerciale.  Esistono accordi bilaterali sugli investimenti esteri con numerosi paesi, tra i quali Algeria, Belgio, Cina, Cuba, Danimarca, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Indonesia, Italia, Mauritius, Paesi Bassi, Portogallo, Sudafrica, Svezia, Svizzera e Zimbabwe. Il paese è membro dell’International Center for the Settlement of Investment Disputes (ICSID), ha ratificato la Convention on the Recognition and Enforcement of Foreign Arbitral Awards (CREFAA) ed è membro della Multilateral Investment Guarantee Agency (MIGA).

 

Ricorrere in giudizio in Mozambico può presentare molti ostacoli e richiedere ingenti quantità di tempo e risorse. In generale, il sistema giudiziario può essere considerato in gran parte inefficace nel risolvere contenziosi commerciali. La maggior parte dei contenziosi tra parti mozambicane viene in genere risolta privatamente in modo alternativo o non risolta affatto; e non esistono modelli specifici per la risoluzione dei contenziosi sugli investimenti. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, quando si è in presenza di una sentenza contraria a una parte mozambicana, questa viene di solito riconosciuta e sostenuta dalla corte suprema, che la riesamina e conferma.

 

Nel paese esistono limiti e vincoli per quanto riguarda il rimpatrio di utili d’impresa e capitali, che sono soggetti ad approvazione della banca centrale del Mozambico e devono essere negoziati in anticipo con il governo e inclusi espressamente nel documento di approvazione dell’investimento emesso da quest’ultimo. I trasferimenti di capitali all’estero possono essere effettuati solo tramite banche mozambicane. La valuta del Mozambico, il metical, è una valuta liberamente quotata e commerciata sui mercati internazionali.