Sierra Leone

Scheda rischio investimenti

Download
SIERRA LEONE.pdf
Documento Adobe Acrobat 351.6 KB

Indice di rischio paese: BB+ (12,25)

 

 

Dati principali

  • Popolazione totale (stima, luglio 2014): 5.743.725
  • PNL pro-capite PPP in dollari USA (stima, 2013): 1.815
  • Indice di Sviluppo Umano (stima, 2013): 0,374
  • Rapporto debito PIL % (stima, 2013): 40,1
  • Principali trattati e convenzioni internazionali multilaterali in materia di riconoscimento di sentenze arbitrali o giudiziali internazionali: WB-ICSID; MIGA
  • Principali gruppi armati nel paese: Nessuno 

 

Uscita nel 2002 da una lunga e devastante guerra civile, durata undici anni, la Sierra Leone continua a essere afflitta da un alto livello di povertà, che gli alti tassi di crescita economica degli ultimi anni (quindici percento nel 2012 e tredici percento nel 2013) hanno solo marginalmente alleviato. La carenza di infrastrutture, il basso livello di capacità interna, la povertà rurale endemica e la cattiva gestione delle risorse pubbliche penalizzano fortemente lo sviluppo del paese, ancora eccessivamente dipendente dallo sfruttamento delle risorse minerarie, specialmente diamanti, oro, minerali ferrosi, rutilio e bauxite. Nel 2012, l’All People’s Congress (APC)  ha vinto le elezioni politiche, conquistando sessantasette dei 112 seggi in parlamento. Ernest Bai Koroma, il leader del partito vincente, è stato rieletto presidente per il suo secondo mandato, con il 58,7 percento dei voti. Le elezioni sono state considerate dagli osservatori internazionali libere e corrette. Per quanto le autorità abbiano cercato di porvi un freno, il grave problema della corruzione, che affligge l’apparato statale a ogni livello, e dell’impunità che la circonda, rimane irrisolto. Sebbene le autorità siano riuscite a tenere un efficace controllo sule forze di sicurezza del paese, queste hanno continuato a perpetrare numerosi abusi ai danni di sospetti e detenuti, durante operazioni di routine.

 

 

Composizione dell'indice di rischio paese

 

1. Divario tra sviluppo sociale e sviluppo economico: punti  0/4

 

2. Violazioni dei diritti umani: punti 1,5/4

 

3. Conflitti armati, presenza o attività di gruppi armati e rischio terroristico: punti 0,25/5

 

4. Sfiducia nelle istituzioni e percezione della corruzione: punti 1,75/4

 

5. Rischio finanziario paese: punti 5/5

 

6. Difficoltà di fare business nel paese: punti 3/3,25

 

7. Rischio di esproprio ed efficacia degli strumenti di protezione degli investimenti: punti 0,75/8