Somalia

Scheda rischio investimenti

Download
SOMALIA.pdf
Documento Adobe Acrobat 326.7 KB

Indice di rischio paese: C (30,25)

 

 

Dati principali

  • Popolazione totale (stima, luglio 2014): 10.428.043
  • PNL pro-capite PPP in dollari USA (stima, 2013): N/D
  • Indice di Sviluppo Umano (stima, 2013): N/D
  • Rapporto debito PIL % (stima, 2013): N/D
  • Principali trattati e convenzioni internazionali multilaterali in materia di riconoscimento di sentenze arbitrali o giudiziali internazionali:WB-ICSID
  • Principali gruppi di opposizione armata nel paese: Al Shabaab; Hizbul Islam; Forze armate secessioniste del Somaliland

 

Sebbene la Somalia abbia disperato bisogno capitali  esteri, il paese si presenta ancora come un campo minato per gli investimenti, soprattutto nei settori più strategici come quelli legati allo sfruttamento delle risorse naturali. Dalla caduta del presidente Mohammed Siad Barre, nel 1991, la Somalia non possiede un governo centrale realmente funzionante. Tuttavia, oggi, il governo federale controlla direttamente la capitale del paese, Mogadiscio, e con l’adozione di una costituzione provvisoria sembra aver intrapreso un cammino di ricostruzione e di riforme giuridiche. Il governo somalo, sostenuto da milizie alleate e forze internazionali operanti all’interno dell’AMISOM, ha continuato a cercare di estendere il territorio sotto il suo controllo, verso le aree centrali e meridionali del paese, controllate dalle milizie di al Shabaab. Le parti in conflitto sono state protagoniste di numerosi gravi abusi ai danni della popolazione, tra i quali attacchi indiscriminati, violenze sessuali,  arresti e imprigionamenti arbitrari. Al Shabaab, ancora in controllo di una larga parte del paese, ha condotto una serie di azioni armate contro obiettivi di alto profilo a Mogadiscio, tra i quali il palazzo presidenziale, l’edificio della corte suprema, il quartier generale dei servizi segreti (NISA), un famoso ristorante e  la sede delle Nazioni Unite, uccidendo numerosi civili. Malgrado le promesse, il governo somalo ha fatto poco per migliorare la situazione dei diritti umani. La corruzione rimane estremamente diffusa ad ogni livello dell’apparato statale.

 

 

Composizione dell'indice di rischio paese

 

1. Divario tra sviluppo sociale e sviluppo economico: punti  3/4

 

2. Violazioni dei diritti umani: punti 4/4

 

3. Conflitti armati, presenza o attività di gruppi armati e rischio terroristico: punti 5/5

 

4. Sfiducia nelle istituzioni e percezione della corruzione: punti 4/4

 

5. Rischio finanziario paese: punti 5/5

 

6. Difficoltà di fare business nel paese: punti 3,25/3,25

 

7. Rischio di esproprio ed efficacia degli strumenti di protezione degli investimenti: punti 6/8